Sos voce

Quando il Bollettino Meteo della vostra città inizia a segnare temperature roventi di giorno e di notte ecco che la maggior parte delle testate giornalistiche e televisive lancia un fantastico articoletto con le principali tips su come proteggersi da caldo e sole:

  1. Non uscire nelle ore più calde: i raggi solari a mezzo giorno e nel primissimo pomeriggio arrivano perpendicolari su di noi, sono molto più intensi e dannosi.
  2. Bere molta acqua: importantissimo in condizioni climatiche direi quasi estreme mantenere un buon livello di idratazione per scongiurare cali di pressione.
  3. Mangiare alimenti leggeri e non pesanti.
  4. Non immergersi subito in acqua dopo aver mangiato: durante il momento della digestione l’afflusso di sangue è molto aumentato a livello dello stomaco, se raffreddo il mio corpo molto rapidamente l’afflusso di sangue allo stomaco aumenterà fino a causare una diminuzione dell’afflusso necessario agli altri organi vitali come cuore e cervello, causando una  congestione che può essere potenzialmente mortale.

Questi sono solo alcuni dei principali e più conosciuti consigli a carattere generale che la maggior parte delle persone conoscono.


Non tutti però sono a conoscenza di quanto il caldo, gli sbalzi di temperatura e l’aria condizionata possano essere insidiosi e causare vere e proprie patologie delle via aeree nonché patologie a carico delle corde vocali.

sos voce

SOS VOCE: patologie a carico delle corde vocali

Quante volte vi è capitato di svegliarvi un giorno con una sensazione di fastidio alla gola? Non curanti di ciò che poteva nascondersi dietro a questo fastidio avete probabilmente preso un anti-infiammatorio o un anti-dolorifico e continuato la vostra normalissima vita. Dopo qualche giorno in cui il fastidio era passato, le giornate si facevano sempre più calde e afose, una mattina vi siete svegliati completamente senza voce, con un dolore molto forte alla gola e tosse stizzosa.

Ecco fatto! Quello che poteva sembrare solo un leggero fastidio alla gola in realtà era il primo sintomo di una patologia a carattere infiammatorio delle corde vocali come la laringite acuta.

Mai sottovalutare quindi i primi sintomi di infiammazione perché con i giusti accorgimenti e le dovute precauzioni delle volte si possono contenere notevolmente i sintomi di una laringite e intervenire subito sulla causa scatenante.

Vuoi sapere come fare per proteggersi in modo efficace dagli sbalzi di temperatura? Continua a leggere!

sos voce

SOS VOCE: come proteggersi dagli sbalzi di temperatura

Nel capitolo precedente abbiamo parlato di come non vada mai sottovalutato nessun segnale che il nostro corpo ci offre perché può essere un segno evidente di una possibile patologia infiammatoria.

Gli scettici potranno dire: “Come è possibile proteggersi dagli sbalzi di temperatura con queste temperature folli? È impossibile lavorare e stare in ufficio senza aria condizionata o un ventilatore” e si può tranquillamente affermare che hanno pienamente ragione.

Lavorare in ambienti chiusi e molto caldi diminuisce la prestazione lavorativa, aumenta il malcontento dei dipendenti e non giova al loro stato d’animo. Lavorare in un ambiente fresco anche d’estate giova alla salute emotiva.

Detto ciò è bene che certi aspetti non vengano messi in secondo piano o non considerati perché il rischio è quello dell’insorgenza di patologie infiammatorie che possono obbligarvi a stare a casa in  malattia.

Ecco alcuni consigli su come gestire gli sbalzi di temperatura:

  1. L’aria condizionata all’interno di un locale chiuso funziona con un meccanismo di ricircolo dell’aria interna al locale stesso: con il passare del tempo l’aria tende a impoverirsi e a seccarsi molto, causando secchezza a livello delle principali mucose come naso e bocca. In questi casi è utile di tanto in tanto aprire le finestre per qualche minuto, per consentire all’aria esterna maggiormente umidificata di entrare nel locale e sostituirsi a quella secca.
  2. Quando siete in macchina con l’aria condizionata accesa, ricordatevi di spegnere il condizionatore o di abbassare leggermente il finestrino almeno 5 minuti prima di scendere della macchina: questo vi aiuterà a diminuire l’esposizione shock allo sbalzo di temperatura tra l’abitacolo della vostra auto e l’esterno.
  3. Siete in ufficio con l’aria condizionata funzionante e dovete uscire all’esterno per tornare a casa: individuate una zona del complesso in cui lavorate come il vano scale o una salda d’attesa dove non sia presente l’aria condizionata e dove la temperatura sia maggiore di quella interna ma minore di quella esterna e rimanete per qualche minuto in questo luogo; così facendo consentirete al vostro corpo di adattarsi gradualmente alla temperatura esterna senza subire un vero e proprio shock termico. In questo modo avvertirete un minore senso di soffocamento e di forte caldo.
  4. Bere tanta acqua: l’idratazione in ogni stagione, condizione atmosferica o temperatura è sempre fondamentale per le nostre corde vocali. Più le nostre corde vocali sono ben idratate minore sarà la probabilità di incappare in patologie di tipo infiammatorio.
Sos voce

SOS VOCE: cosa fare in caso di laringite

Mettiamo caso che tutti i consigli che avete letto qui sopra li abbiate seguiti correttamente, ma siete dei professionisti vocali quindi la voce è il vostro punto di forza ma anche il vostro punto di debolezza.

Una mattina vi siete svegliati senza voce o con una voce molto brutta, avvertite un senso di dolore e bruciore alla gola e talvolta fate fatica a respirare, presentate tosse stizzosa e una sensazione di corpo estraneo in gola: ecco avete tutti i sintomi di una laringite di tipo acuto.

In primis rivolgetevi al vostro medico di base per scongiurare altre eventuali patologie a carico delle vie aeree respiratorie o della laringe.

In caso fosse laringite acuta ecco alcune piccole accortezze che potete avere per accelerare il processo di dis-infiammazione:

  1. Niente antibiotici: la laringite acuta è un processo di tipo infiammatorio non causato da un infezione di tipo batterico, quindi l’antibiotico in casi come questi non è la terapia corretta.
  2. Riposo vocale: quando le corde vocali sono molto infiammate si arrossano, si gonfiano e sono doloranti, la miglior terapia in questi casi è il silenzio.
  3. Idratazione: come già detto in precedenza l’acqua che noi assumiamo, in piccolissime particelle va a depositarsi sulle corde vocali idratandole. Mantenere un buon livello di idratazione sistemica aiuta a prevenire malattie di carattere infiammatorio.
  4. Anti-infiammatori locali o sistemici: aiutano ad accelerare il processo di guarigione, consultate sempre il parere del vostro medico di fiducia.

Se questo artico ti è interessato, vuoi approfondire l’argomento o pensi di aver problemi alla voce e vuoi un pare di un esperto, presso il nostro studio la Dott.ssa Nicole Baresi, logopedista si occupa di counseling, valutazione e terapia nei disturbi di voce. Prenota un appuntamento o fissa una prima seduta contattando il numero 3938522981 oppure scrivendo a centrolatrottola@gmail.com.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *