Genitori efficaci

Spesso i figli si lamentano del fatto che parlare con i genitori sia inutile, se non addirittura rischioso e compromettente. Ne consegue che i genitori perdano occasioni significative per aiutare i figli ad essere autonomi nella gestione dei loro problemi.

L’Ascolto è un’abilità relazionale di grande importanza con i figli, di tutte le età. Quando riusciamo a connetterci con i loro sentimenti e significati e comunicargli la nostra accettazione, siamo di grande aiuto. In questo modo permettiamo loro di sentirsi accolti e aver fiducia in loro stessi e nella nostra relazione.

Questo è un trampolino di lancio verso l’attuazione di cambiamenti significativi che risolvono le difficoltà che sentono.
Il corso Genitori Efficaci si prefigge di insegnare ai genitori l’abilità di ascolto e un metodo utile da utilizzare quando i figli vivono un problema.

Un metodo per far si che i genitori siano più efficaci nell’ascolto dei figli

I genitori che imparano ad esprimere con le parole un’autentica accettazione del figlio, dispongono di uno strumento potente per produrre risultati importanti. La sensazione di essere compresi incoraggia l’auto-accettazione e l’auto-stima sia del figlio che del genitore.

Il corso Genitori Efficaci si prefigge di fornire informazioni utili per affrontare nel modo migliore possibile i momenti di disagio, diffidenza, paura di parlare e inibizione dei figli. Le valutazioni, i giudizi, le critiche, le prediche, i moralismi, gli ordini e le ammonizioni rendono aride e non armoniche le relazioni tra genitori e figli. I figli temono tutto ciò.

Il Metodo Gordon offre l’opportunità di assumere un atteggiamento empatico.

L’empatia non è altro che la capacità di cogliere, comprendere e porsi nello stato d’animo o nella situazione altrui, percependo il suo vissuto. L’empatia è uno degli strumenti basilari di comunicazione efficace e gratificante. L’empatia rende necessario l’ascolto.

Cosa fare quindi quando i figli hanno un problema:
ascolto passivo: mostrare attenzione e “intenzione” (un buon contatto oculare/postura di vicinanza), silenzio “partecipe” (restare tranquilli soprattutto quando il figlio sta provando un emozione intensa), cenni di conferma (che dimostrano che state ascoltando), frasi apripista (che invitano il figlio a esprimersi di più (“ti va di parlarne?”)
ascolto attivo: rispecchiare ciò che l’altro ha espresso: fatti e emozioni, riformulare ciò che l’altro ha detto nelle componenti verbali (“hai litigato con un tuo amico”) ed emozionali (“sei dispiaciuto”).

Queste sono modalità base per dimostrare attenzione e accettazione verso i figli quando stanno vivendo una problematica che li mette in difficoltà.

Il corso Genitori Efficaci predispone a facilitare e favorire un atteggiamento empatico accettante, terreno fertile che permette anche a un piccolo seme di esprimere il suo potenziale e svilupparsi in un bel fiore.

Genitori Efficaci: 24 ore per imparare ad ascoltare i figli in modo che si sentano compresi.

Quando sono in difficoltà spesso i figli conoscono bene la causa di questa difficoltà. Nel caso in cui invece siano confusi e non sappiano esprimere bene cosa provano, l’ascolto attivo permette di chiarire indizi poco chiari anche a loro.

Sentire espresso dal genitore con chiarezza il problema, consente ai figli di porsi nella condizione di risolverlo poi autonomamente. Se avranno chiaro di “essere dispiaciuti per aver litigato con un amico”, se sentiranno il loro problema riformulato dal genitore, avranno più probabilità di porne rimedio in modo spontaneo.

Imparare l’Ascolto nella forma attiva e passiva è un elemento fondamentale per sentirsi accolti, ascoltati e accettati ed è una risorsa importante che i genitori possono apprendere.

Vi aspetto al corso Genitori Efficaci, da lunedì 9 marzo.

Info e iscrizioni: volpisimona@hotmail.com o centrolatrottola@gmail.com
Dott.ssa Simona Volpi
Psicologa – Psicoterapeuta – Formatrice Gordon

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *